Binocrit 8.000 UI – Epoetina Alfa

495.00

Binocrit è Epoetina Alfa, appartenente alla categoria degli Antianemici, l'eritropoietina.

Descrizione

Binocrit 8.000 UI – Epoetina Alfa

Binocrit è un'Epoetina Alfa, appartenente alla categoria degli Antianemici, l'eritropoietina.

Posologia
La terapia con Binocrit deve essere iniziata sotto la supervisione di medici esperti nel trattamento di pazienti con le indicazioni sopra elencate.
Posologia
Tutte le altre cause di anemia (carenza di ferro, acido folico o vitamina B12, avvelenamento da alluminio, infezione o infiammazione, perdita di sangue, emolisi e fibrosi del midollo osseo di qualsiasi origine) devono essere valutate e trattate prima di iniziare la terapia con epoetina alfa e al momento di decidere una dose aumento. Per garantire una risposta ottimale all'epoetina alfa, devono essere garantite adeguate riserve di ferro e, se necessario, somministrati integratori di ferro.
Trattamento dell'anemia sintomatica in pazienti adulti con insufficienza renale cronica
I sintomi e le conseguenze dell'anemia possono variare in base all'età, al sesso e alle comorbidità mediche; è richiesta una valutazione individuale del decorso clinico e delle condizioni di ciascun paziente da parte del medico.
L'intervallo raccomandato di concentrazione di emoglobina è compreso tra 10 g/dl e 12 g/dl (tra 6,2 e 7,5 mmol/L). Binocrit deve essere somministrato in modo che i valori di emoglobina non superino i 12 g/dL (7,5 mmol/L). Dovrebbe essere evitato un aumento dell'emoglobina superiore a 2 g/dL (1,25 mmol/L) per un periodo di settimane. Se ciò si verifica, deve essere effettuato un appropriato aggiustamento della dose.
A causa della variabilità intra-paziente, possono occasionalmente essere osservati valori di emoglobina individuali al di sopra e al di sotto dell'intervallo desiderato di concentrazione di emoglobina. La variabilità dell'emoglobina deve essere affrontata mediante un aggiustamento della dose, tenendo conto dell'intervallo di concentrazione dell'emoglobina da 10 g/dL (6,2 mmol/L) a 12 g/dL (7,5 mmol/L).
Dovrebbero essere evitati livelli prolungati di emoglobina superiori a 12 g/dL (7,5 mmol/L). Se l'emoglobina aumenta di oltre 2 g/dL (1,25 mmol/L) al mese, o se i livelli prolungati di emoglobina superano i 12 g/dL (7,5 mmol/L), ridurre la dose di Binocrit del 25%. Se l'emoglobina supera 13 g/dL (8,1 mmol/L), interrompere la terapia fino a quando i valori non scendono al di sotto di 12 g/dL (7,5 mmol/L) e poi riprendere il trattamento con Binocrit a una dose inferiore del 25% rispetto alla dose precedente.
I pazienti devono essere attentamente monitorati per garantire che venga utilizzata la dose efficace approvata più bassa di Binocrit per un adeguato controllo dei sintomi anemici mantenendo una concentrazione di emoglobina inferiore o uguale a 12 g/dL (7,45 mmol/L).
Usare cautela quando si aumentano le dosi di Binocrit in pazienti con insufficienza renale cronica. Nei pazienti con una scarsa risposta emoglobinica a Binocrit, devono essere prese in considerazione spiegazioni alternative per la scarsa risposta.
Il trattamento con Binocrit si compone di due fasi: la fase di correzione e la fase di mantenimento.
Pazienti adulti in emodialisi
Nei pazienti in emodialisi in cui l'accesso endovenoso è prontamente disponibile, è preferibile la somministrazione endovenosa.
Fase di correzione
La dose iniziale è 50 UI/kg, tre volte alla settimana.
Se necessario, aumentare o diminuire la dose di 25 UI/kg (tre volte alla settimana) fino a raggiungere l'intervallo desiderato di concentrazione di emoglobina compreso tra 10 g/dl e 12 g/dl (tra 6,2 e 7,5 mmol/l) (questo dovrebbe essere fatto gradualmente ad intervalli di almeno quattro settimane).
Fase di manutenzione
La dose settimanale totale raccomandata è compresa tra 75 UI/kg e 300 UI/kg.
Deve essere effettuato un appropriato aggiustamento della dose per mantenere i valori di emoglobina entro l'intervallo di concentrazione desiderato compreso tra 10 g/dL e 12 g/dL (tra 6,2 e 7,5 mmol/L).
I pazienti con valori iniziali di emoglobina molto bassi (< 6 g/dL o < 3,75 mmol/L) possono richiedere dosi di mantenimento più elevate rispetto ai pazienti con anemia iniziale meno grave (> 8 g/dL o > 5 mmol/L).
Pazienti adulti con insufficienza renale non ancora dializzati
Quando l'accesso endovenoso non è prontamente disponibile, binocrit può essere somministrato per via sottocutanea.
Fase di correzione
Dose iniziale di 50 UI/kg, 3 volte a settimana, seguita, se necessario, da incrementi di 25 UI/kg (3 volte a settimana) fino al raggiungimento del valore desiderato (questo dovrebbe essere fatto gradualmente ad intervalli di almeno quattro settimane).